#iTalentiDelleDonne

Ognuna di noi ha un suo modo speciale di esprimere la sua personalità e la sua creatività.
In questo spazio dedicato alla scrittura e alla creatività al femminile vogliamo rendere omaggio ai #talentidelledonne che fioriscono in questo momento di separazione forzata dal mondo.

Madala disegnato a mano libero e dipinto da Sara Wegher
Scultura in argilla realizzata da Barbara Rauss
È Primavera. Un momento dell’anno che celebra la fertilità della terra, il risveglio della Natura e la sua capacità di rinnovamento. Ricordiamo che queste forze vivono dentro di noi.
“Fiori nella città”
Acquarello e gessetti di Eliane Piccardi

Magnifica coreografia di Giusy Frusteri

La voce meravigliosa di Priscila Ribas che canta “Aguas de março” del grandissimo compositore, musicista e cantante brasiliano Tom Jobim.

IL MONDO DELLA NATURA
Dalla mia finestra io vedo e sento gli uccellini che cantano.
Vedo la natura.
Sento i vicini che ascoltano la musica ad alto volume.
Sento i miei vicini bambini che giocano in casa.
Vedo gli alberi di ciliege rosse e mi viene voglia di scendere per raccoglierle.

M.E, giovanissima poetessa di seconda superiore.

Le meravigliose creazioni di Barbara Rodolfi


Dall’origine del mondo uno dei #talentidelledonne è stata la conoscenza della natura e dei suoi doni, in particolare l’utilizzo delle erbe per le loro proprietà curative e magiche. Molte donne nei secoli sono state condannate a morte come streghe a causa del loro sapere e alla loro connessione con il mondo naturale. Ancora oggi in molte realtà culturali le donne rimangono custodi quasi esclusive di questa sapienza millenaria.
Ringraziamo Marina Todeschi per questa finestra sulle proprietà curative del mondo vegetale.

Disegno in digitale di Jaeda Hope

In giardino, in mezzo al gelsomino, ho scoperto un piccolo nido…
È nata da questa piacevole scoperta la mia nuova creazione…
“Nido”.
La fragranza è costruita su una solida base muschiata, legnosa, umida e animale caratterizzata principalmente dall’olio essenziale di patchouli e dal muschio e arricchita da verdi note di salvia, l’olio essenziale della Protezione.
Il cuore ha per protagonista il Gelsomino, il fiore dell’Amore, avvolto nel materno abbraccio della vaniglia.
La testa ,infine, è alleggerita dalle delicate note della camomilla, il profumo dell’infanzia.
In questo momento di forzata reclusione, in cui tutti aneliamo alla libertà, al poter uscire, a spiccare di nuovo il volo e tornare a viaggiare, ho riflettuto sull’importanza dell’avere un nido dove potersi rifugiare e dove poter sempre ritornare.
Il nido può essere la propria casa, una particolare stanza, un luogo segreto, la propria famiglia, una persona…
Qual è il vostro nido?
(di Alice Giugni)

“I dipinti più difficili da portare a compimento sono anche quegli che insegnano a spingerti un po’ più in là. Il risultato finale può non essere sempre all’altezza dell’intenso processo che hai vissuto ma quando guardi quei colori, quelle forme, quelle composizioni ricordi bene tutti i dubbi, le emozioni, le attese, le decisioni che hanno reso quei lavori così soddisfacenti.”
Testo e dipinto di Eliane Piccardi, pittrice.